Che tu sia appassionato da anni, o ti sei appena avvicinato alla storia della Grande Guerra, queste informazioni ti potranno tornare molto utili se deciderai di visitare questi musei. Ho selezionato per voi 10 musei del Veneto, i quali mi hanno particolarmente colpito, i cimeli le armi e le fotografie che troverete in questi musei sono più unici che rari.

MUSEO STORICO DELLA GRANDE GUERRA (1915-1918) (Maserada sul Piave, Treviso).

In questo museo troverete molti reperti bellici rinvenuti nel territorio comunale, offrono una testimonianza realistica della vita dei soldati e delle tecnologie utilizzate nei campi di battaglia. Il museo è proprio ricco di oggetti, si possono ammirare elmi, caricatori, sciabole, fucili italiani, francesi, inglesi, austriaci e tedeschi. Apprezzatissimi poi gli oggetti unici presenti nel museo, come la mitragliatrice leggera Lewis, dotazione dell’esercito Britannico, e il bastino completo di cassette contenenti i nastri di pallottole per la mitragliatrice Austro-ungarica Schwarzlose.

SOLDATI DELLA BATTAGLIA, (San Biagio di Callalta, Treviso).

Museo Soldati della battaglia San Biagio

Il sacrario situato a poche centinaia di metri dal fiume Piave, sacro alla patria, costudisce le spoglie di 10.541 caduti della Pima guerra mondiale. Il museo espone diversi tipi di armi, divise, cimeli e documenti di storia locale, affascinanti le frasi scritte sulle facciate esterne.

 

 

 

 

 

MUSEO DELLA GRANDE GUERRA IN MARMOLADA. (Rocca Pietore, Belluno).

Museo Più alto d’europa – Marmolada

Situato a 3000 m, la Marmolada ospita il museo più alto d’Europa, personalmente, un motivo in più per visitarlo, la vista è mozzafiato. All’interno del museo si possono osservare, armi, bombe, divise e perfino delle scalette utilizzate per scalare in questi infidi luoghi. In una sala del museo è stato realizzato un percorso interattivo multimediale e multisensoriale unico nel suo genere, dove viene raccontata la guerra da chi l’ha realmente vissuta.

MUSEO DELLA GUERRA CANOVE (Roana, Asiago)

Museo della Grande Guerra 1915-1918

Museo della Grande Guerra 1915-1918 – Roana

Questo museo offre una bellissima esposizione di reperti ben disposti e qualche pezzo particolare, tra i molti spiccano due granate una da 42 cm e l’altra da 30,5 cm austriache complete di bossolo di ottone, praticamente i proiettili di artiglieria più grossi utilizzati sul fronte italo-austriaco.

 

 

 

 

MUSEO DELLE BATTAGLIE DEI TRE MONTI (Asiago, Vicenza).

In questo piccolo museo possiamo riscoprire cimeli delle battaglie dei “Tre monti” avvenuta tra il Col del Rosso, Col d’Ecchele e il Valbella, nei primi mesi del 1918. Emergono testimonianze della presenza nell’altopiano di truppe inglesi e francesi, che qui combatterono dopo la disfatta di caporetto.

 

MUSEO LA SCUOLA DEI BOMBARDIERI DEL RE (Santa Lucia di Piave, Treviso)

MUSEO LA SCUOLA DEI BOMBARDIERI DEL RE (Santa Lucia di Piave, Treviso)

Una realtà assolutamente moderna e degna di menzione è ” la scuola dei Bombardieri del Re”, il museo è sito nel luogo dove sorgeva la scuola bombardieri nel periodo bellico . Oggi si può visitare la mostra tematica e vedere l’evoluzione della Bombarda nella Grande Guerra, da non perdere in quanto al suo interno è esposta la bombarda italiana da 400 mm in tutta la sua maestosità donata alla scuola dal museo dell’artiglieria di Torino, essa è l’unico esemplare al mondo.

 

 

 

MUSEO STORICO del 7° REGIMENTO ALPINI (Sedico, Belluno).

Situato nella villa ottocentesco De Manzoni, si possono ammirare documenti, foto, cimeli provenienti dai vari luoghi di guerra dove il 7° regimento degli alpini ha combattuto, oltre ad oggetti e documenti relativi alle guerre italo-etiopi e alla seconda guerra mondiale, in particolare dal fronte occidentale e quello greco-albanese.  Stupende le raccolte di fotografie e documenti della grande guerra e della guerra d’Etiopia. Di estremo valore i diari storici e la nutrita raccolta di cartoline militari.

MUSEO TERZA ARMATA (Padova, Padova).

Ha sede a palazzo Camerini, una pregevole collezione, armi, divise e i cimeli raccolti, mostrano le condizioni di vita dei soldati dell’epoca. Di grande importanza e unicità, la documentazione CARTOGRAFICA; si tratta delle carte in scala 1:100.000 e non solo, che venivano disegnate a mano e colorate a pastello, venivano poi consegnate ogni mattina presso il comando della terza armata.

MUSEO PRIMA ARMATA (Valli del Pasubio, Vicenza).

Lasciatevi trasportare all’interno di questo museo, dove nella “sala degli eroi” si vuole raccontare storie di persone che hanno dato la vita nel corso del conflitto. La sala multimediale da l’opportunità, attraverso un plastico geografico della zona e ad un puntatore laser, di scegliere fra oltre 30 siti, dando il via a schede informative, foto e documenti correlati.

MUSEO DELLA VITA DEL SOLDATO,GRANDE GUERRA (Recoaro Terme, Vicenza).

Fra tanti musei con esposte armi, bombe, divise e cimeli di vario genere, questo museo si distingue per la sua particolarità. Il museo storico “La vita del Soldato” offre una delle più interessanti esposizioni esistenti, per quanto riguarda la storia non strettamente militare. Si tratta di un museo dedicato agli oggetti della vita quotidiana dei soldati in trincea, di coloro che hanno combattuto tra le cime delle piccole Dolomiti, davvero molto toccante.

 

Autore: Mirko Maren