Home / Turismo / Perle del Territorio / Nel Verde / Calà del Sasso: la scalinata più lunga d’Italia

Calà del Sasso: la scalinata più lunga d’Italia

Cala del Sasso, immagine da YouTube

Come immaginate la scalinata più lunga d’Italia? Bene, Calà del Sasso in Veneto è proprio quella più lunga e tra le più suggestive. Meta non solo per chi ama camminare ma anche per i curiosi e per chi ha voglia di sgranchirsi un po’.

Calà del Sasso: dove si trova

Calà del Sasso è la scalinata più lunga d’Italia e una delle più lunghe del mondo aperte al pubblico, composta da ben 4444 gradini che collegano il comune di Valstagna nel Canale di Brenta alla frazione Sasso di Asiago.

Il dislivello coperto dalla scalinata è di 744 metri, i gradini sono realizzati in pietra calcarea. Si tratta di un percorso molto amato dagli escursionisti, ma non solo, anche molti amatori o neofiti si cimentano in questa scalata in mezzo alla natura.

La leggenda di Calà del Sasso

La Calà del Sasso come molti altri luoghi e monumenti nazionali è protagonista di una leggenda amorosa. Si narra infatti che due abitanti di Sasso, Loretta e Nicolò nel 1638 erano in procinto di sposarsi ma qualcosa andò storto. Loretta incinta del primo figlio si ammalò molto gravemente e Nicolò si mise in cammino per cercare un unguento magico in grado di guarirla. Il giovane volle recarsi a Padova e prese la Calà del Sasso ma tardando allarmò gli abitanti del Sasso di Asiago che decisero a notte inoltrata di cercarlo. Gli abitanti incontrano il giovane che stava tornando scortato da  due valorosi uomini e con l’unguento magico, Loretta guarì grazie a questo e il matrimonio tra i due innamorati non tardò ad essere celebrato.

La leggenda vuole che se due innamorati percorrono insieme la Calà del Sasso, mano nella mano si ameranno per sempre. A consolidare la credenza anche una fiaccolata commemorativa che si svolge tutti gli anni, la seconda domenica di agosto. Musica e banchetti accolgono i partecipanti a Sasso di Asiago per festeggiare.

Quando percorrere la scalinata

uno scorcio di Calà del Sasso

La scalinata Calà del Sasso si può percorrere tutto l’anno, ma nei mesi invernali è bene prestare attenzione alla scivolosità della stessa a causa della neve e del ghiaccio. Il percorso è contrassegnato dal segnavia n.778 ed ha inizio dal parcheggio di Lebo di Valstagna; termina poi alla Chiesa di Asiago a 965 metri.

I 4444 gradini coprono una lunghezza complessiva di 2546,44 metri, che si percorrono in media in circa 2 ore di cammino. Le pendenze sono variabili, dal 20% al 40% e il dislivello varia dai 668 metri ai 744 metri.

Per avere qualche curiosità in più e per pianificare al meglio la vostra escursione, potrete consultare anche questo articolo proprio su Calà del Sasso.

Imprese degne di nota a Calà del Sasso

Nel 1999 Alberto Limatore ha svolto un’impresa davvero degna di nota con protagonista Calà del Sasso. Alberto ha infatti percorso tutta la scalinata in bicicletta e senza mai poggiare i piedi a terra.

Un po’ di storia

Calà del Sasso fu costruita per rispondere anche alle esigenze di trasporto, infatti attorno al 1300 gli scambi commerciali erano difficoltosi e il legname, sale, farina e sabbia erano molto richiesti nella zona.

Grazie al duca di Milano Gian Galeazzo Visconti nel 1398 si rese percorribile la valle del Sasso, cioè la via più veloce per scendere nel Canale dall’Altopiano di Asiago.
Nacque la scalinata Calà del Sasso e scavata nella roccia, ancora oggi percorribile e mai modificata. Ingegnosi furono i canaletti ai fianchi della stessa, perfetti per dilavare i tronchi.

About eleonora

Check Also

Collezione Peggy Guggenheim assolutamente da vedere

Peggy Guggenheim è la fondatrice tra le altre della Galleria d’Arte omonima di Londra, motivo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: