red italian radicchio, radicchio rosso di Treviso igp doc

Il radicchio è simbolo di Treviso e di tutto il Veneto, basti pensare a Chioggia, da dove proviene una delle altre qualità più conosciute. Avreste mai pensato a gustarlo nei dolci? Ebbene sì, tanti chef ed abili casalinghe di tutta Italia si sono cimentati nella creazioni di dolci al radicchio da leccarsi i baffi e facili da preparare anche in casa, eccone alcuni selezionati per voi.

Il radicchio e le sue proprietà benefiche

radicchio rosso di Treviso

Il radicchio che vi presentiamo come ingrediente top di alcuni dolci, è quello rosso e caratteristico del Veneto. Le 3 tipologie principali sono quello Rosso di Treviso, il Rosso di Verona ed il Rosso di Chioggia. Si tratta in pratica di una tipologia di cicoria, dal sapore inconfondibile e dal colore caldo e rossastro.

Pare che questo prezioso vegetale, sia stato coltivato fin dall’antichità, all’incirca dal XVI secolo proprio nella zona di Treviso. Il nome radicchio deriva dalla lingua latina e significa radix, cioè radice, dal caratteristico sapore amarognolo è associato soprattutto ai risotti, ma in realtà viene utilizzato non solo in cucina. Infatti le sue proprietà ne fanno un prezioso ingrediente nella cosmesi, in erboristeria ed in omeopatia.

Il radicchio rosso è adatto ai celiaci perché assolutamente privo di glutine ed ha un apporto calorico molto basso: poco più di 20 calorie per 100 grammi.

Ma nello specifico quali sono le proprietà benefiche del radicchio rosso?

Il radicchio rosso veneto, ha innanzitutto proprietà depurative e digestive, soprattutto per l’alto contenuto di acqua, fibre e componenti amare che stimolano inoltre il buon funzionamento dell’intestino, del colon e del fegato.

Il radicchio rosso inoltre, è consigliato anche ai diabetici di tipo 2, perché in grado di trattenere, grazie alla presenza di fibre vegetali, gli zuccheri a livello sanguigno. Questa tipologia di cicoria, contiene anche l’inulina, sostanza preziosa che regola i livelli di glucosio nell’organismo.

Molte altre sono poi le sostanze presenti in questo ortaggio e capaci di prevenire patologie cardiovascolari. Non solo, chi assume radicchio rosso apporterà benefici anche al sistema nervoso e preverrà l’insonnia.

Molte sono anche le vitamine ed i sali minerali contenuti nel radicchio rosso, come la vitamina K, responsabile della buona salute e densità delle ossa.

Inoltre questa amarognola cicoria rossastra, ha anche proprietà antiossidanti, capaci di contrastare efficacemente l’attacco dei radicali liberi, prevenendo così l’invecchiamento di tutto il corpo.

Per chi tiene alla propria linea, consigliamo di consumare più spesso il radicchio rosso, questo perché ricco di fibre alimentari che danno senso di sazietà, le calorie sono basse e si regolano vari parametri nel sangue, insomma un toccasana davvero per tutti e davvero gustoso.

Ode al radicchio rosso! Eccolo protagonista dei dolci

Ecco qui raccolte per voi alcune ricette dolci, che vedono il radicchio rosso veneto come protagonista. Un accostamento forse insolito, ma che sarà sicuramente una piacevole scoperta e soprattutto si tratta di ricette facili da fare anche a casa. Volete provarle tutte?

Torta dolce al radicchio

torta dolce al radicchio rosso di chioggia di trattoria da martina

torta dolce al radicchio di Trattoria da Martina

Questa ricetta è stata creata da Trattoria da Martina, un blog innovativo e ricco di ricette italiane ed internazionali, tutte da copiare.

Per realizzare una bella torta, soffice e per circa 14 persone ecco gli ingredienti:

  • farina 250 grammi
  • zucchero 250 grammi
  • burro 100 grammi
  • radicchio rosso di Chioggia 250 grammi
  • uova 3
  • lievito per dolci 1/2 bustina
  • bacca di vaniglia 1/2
  • pinoli 40 grammi
  • zucchero a velo q.b.

Il procedimento è molto semplice, vi basterà iniziare tritando il radicchio rosso di Chioggia nel mixer, ma senza ridurlo in poltiglia, si raccomanda Martina. Portatevi avanti preriscaldando il forno a 180°, modalità ventilato ed imburrate una tortiera da circa 26-28 cm di diametro. Ora montate le uova con lo zucchero, dovrete raggiungere una consistenza spumosa, poi aggiungete la farina setacciata ed il lievito poco alla volta, per non smontare il composto mescolate sempre dal basso verso l’alto e con delicatezza.

Infine aggiungete il burro fuso, il radicchio rosso di Chioggia, i pinoli e la vaniglia, mescolate bene e versate il tutto nella tortiera imburrata. Abbassate la temperatura del forno a circa 160° e fate cuocere la torta dolce al radicchio per mezz’ora, a cottura terminata e quando si sarà raffreddata, completate con una spolverizzata di zucchero a velo. Ecco la vostra torta tutta da gustare!

Crostata al Radicchio rosso di Treviso tardivo e crema pasticcera

Crostata al Radicchio rosso di Treviso tardivo e crema pasticciera, di Roberta

Questa è la golosa ricetta di Roberta del blog …facciamo che ero la cuoca? Si tratta di una crostata con pasta frolla ed una farcia ricca e da leccarsi i baffi. Ecco gli ingredienti necessari, che si raccomanda siano biologici:

per la pasta frolla:

  • farina integrale 250 grammi
  • zucchero di canna integrale 100 grammi
  • polvere di vaniglia bourbon 1 cucchiaio
  • uova 1
  • burro 100 grammi
  • sale rosa dell’Himalaya 1 pizzico

per la crema pasticcera:

  • zucchero di canna integrale 80 grammi
  • farina di riso 20 grammi
  • polvere di vaniglia bourbon 1/2 cucchiaino
  • latte 250 ml
  • tuorli d’uovo 2

per la farcia:

  • radicchio rosso di Treviso tardivo  200 grammi
  • arancia candita 1 manciata (non obbligatoria)
  • succo di 1 arancia e buccia grattugiata
  • mandorle a lamelle 1 manciata
  • miele di acacia 2 cucchiai

Innanzitutto realizzate la pasta frolla, lavorando la farina con lo zucchero, il sale ed il burro a pezzetti, fino ad ottenere un impasto granuloso ma compatto. Aggiungete ora l’uovo leggermente sbattuto, la polvere di vaniglia e continuate ad impastare il tutto. Ottenuto un composto ben amalgamato, avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare in frigorifero per un’ora circa. In alternativa usate il mixer per realizzare la frolla.

Trascorsa l’ora, prendete la pasta e stendetela con il matterello della dimensione della vostra tortiera.

Ora realizzate la crema pasticcera, mettendo il latte in un pentolino, insieme a metà dello zucchero ed alla polvere di vaniglia, portate il tutto ad ebollizione. Montate intanto i tuorli a parte con lo zucchero rimasto ed aggiungete poi la farina setacciata, miscelate bene il tutto.

Versate il latte bollente a filo sul composto di tuorli d’uovo e farina, senza smettere di mescolare, utilizzate una frusta. Ora mettete sul fuoco la crema ottenuta fino a quando non si sarà addensata.
Per realizzare la farcia invece, tritate il radicchio di Treviso a listarelle sottilissime e mettetelo a stufare. Utilizzate una padella con il miele ed il succo di arancia, fate appassire il tutto e mettete da parte.
Ora foderate la tortiera con la pasta frolla, miscelate la crema pasticciera con il radicchio appassito in miele e succo, aggiungete la buccia grattugiata e l’arancia candita se vi piace.
Versate il tutto nel guscio di frolla e cospargete con le lamelle di mandorle.
Passate in forno preriscaldato a 180° per una ventina di minuti.
La torta sarà da servire fredda.

Segno, il dolce ufficiale al radicchio rosso di Treviso igp

torta Segno al radicchio rosso di Treviso igp

Ecco invece il dolce ufficiale, realizzato dai maestri di pasticceria del trevigiano, con protagonista il radicchio rosso igp. Questa particolare ed invitante torta potrete acquistarla nella cittadina veneta, oppure ordinarla tramite web, sono infatti molti i rivenditori anche online. Ad esempio su Foodscovery.

torta Segno, in vendita online su foodscovery.it

La ricetta non è conosciuta, ma per una volta fatevi viziare e senza bisogno di spadellare in cucina, gustatevi un dolce realizzato da veri maestri di zucchero e farina.